venerdì 21 gennaio 2011

Mario Dondero

"il problema della fotografia oggi è che sono troppo belle, troppo curate. E troppe. Siamo alla pura estetica, cioè l'opposto della verità" - /Mario Dondero/fotografo
Questa citazione che ho letto oggi nei post di un amico mi ha fatto riflettere su cosa in fotografia sia "vero". Quando una fotografia è vera oltre che bella?
Mario Dondero diceva: 
Deve sempre rimanere chiaro che per me fotografare non è mai stato l’interesse principale. Ancora oggi non mi reputo un fotografo tout court. A me le foto interessano come collante delle relazioni umane, o come testimonianza delle situazioni. Non è che a me le persone interessino per fotografarle, mi interessano perché esistono…

Da più di mezzo secolo, l’Italia e il mondo si raccontano attraverso i suoi scatti. L’ottantaduenne Mario Dondero, milanese di origini genovesi, non ama la messa in posa, la tecnica, le luci, preferisce la verità espressiva, la vita pulsante, i soggetti in movimento. Fotografa ciò che ama: questo è il suo tratto distintivo che lo rende uno dei più ricercati e famosi fotoreporter.


Nouveau Roman
 

Nessun commento:

Posta un commento