venerdì 13 luglio 2012

Parole e non Fatti



Per me le parole sono importanti,
a volte mi conquistano molto di piu' dei fatti.
Con le parole si puo' sedurre,
con le parole si puo' consolare,
con le parole si puo'alimentare un sogno,
sconfiggere la paura.

I comportamenti a volte sono incoerenti,
confusi, goffi, impulsivi.

Quando sbaglio ad esprimermi torno indietro e cancello
e ci riprovo con nuove espressioni.
Quando sbaglio ad agire difficilmente posso correggere:
ho fatto male e male resterà
e per quel gesto sarò giudicata.
Il cuore e la mente agiscono in entrambe le situazioni,
sia nella scrittura che nell'azione,
magari in proporzioni diverse
e sarebbe impossibile arginarle.
Con le parole scritte ho più tempo,
ed il tempo è fondamentale per raccontare la verità su ciò che sono
e su ciò che penso realmente.
La scrittura è un'arte,
è un mestiere che richiede creatività e talento,
esperienza e maestria.
Modulare, dare ritmo, attrarre, appassionare,
fino a strappare le lacrime o il sorriso,
questo può provocare una lettera o la pagina di un libro.
In alcuni testi di cultura orientale si affronta la scrittura come una rigorosa disciplina spirituale e quasi ascetica,
in cui la parola diviene forma privilegiata del viaggio interiore
e di una più alta comprensione di sé e del mondo.






Nessun commento:

Posta un commento