martedì 2 agosto 2011

Lenticchie


 
 o lente è originaria dell?Asia occidentale
da dove si diffuse in tutto il Mediterraneo.
Le più gustose sono quelle a seme piccolo.
Pare che la lenticchia sia il più antico legume coltivato, e il suo “addomesticamento”
risale al 7000 a.C.

 
Le varietà più conosciute sono:
lenticchie_angolo_prd.jpgla lenticchia verde di Altamura, molto comune, più grande rispetto a quella marrone, adatta per la preparazione di contorni;


lenticchie_ustica_prd.jpg
Lenticchie di Ustica
crescono su terreni vulcanici e sono di colore marrone scuro, sono uniche, piccole, tenere e particolarmente saporite: crescono senza l’utilizzo di concimi, erbicidi, e antiparassitari. L'unico vero limite é che sono davvero rare.


lenticchie_castelluccio_prd.jpgLenticchia di Castelluccio, molto piccola, è unica anche per il suo aspetto policromo (tigrata, giallognola, marroncina, ..) considerata tra lequalità più pregiate ed apprezzate, perchè particolarmente saporita grazie al fatto che, la pellicina sottile che avvolge i semi, quasi scompare dopo la cottura; Nel 1997, ha ottenuto il prestigioso riconoscimento europeo di Indicazione Geografica Protetta (IGP), per tutelare e salvaguardare il prodotto.

lenticchie_rosse_prd.jpg
Lenticchia
rossa, chiamata anche egiziana, molto diffusa in Medio Oriente, che solitamente si vende decorticata e si cuoce velocemente.
lenticchie_marrone_scuro_prd.jpg
Da ricordare anche le lenticchie di Villalba, di grandi dimensioni, del Fucino, di Colfiorito, coltivata in Umbria, di Mormanno.



Nessun commento:

Posta un commento