giovedì 17 marzo 2011

Ojigi




Ojigi significa inchino in lingua giapponese.
L'inchino è una forma di saluto tradizionale. Ci si inchina quando ci si incontra e quando ci si saluta , ci si inchina per scusarsi ma anche come forma di rispetto nei confronti di chi si ha di fronte.
Di fronte alle persone anziane, ma anche per ringraziare o per chiedere permesso.
Ci sono vari livelli di inchino.
Più l'inchino è profondo, maggiore è lo status della persona che salutiamo:
di fronte ad un nostro pari ci pieghiamo di 15 gradi
di fronte al capufficio di 30 gradi
ad un cliente o qualcuno di importante  di 45 gradi
per scusarsi di 90 gradi.
Se un marito torna a casa tardi la notte si deve inchinare di 90 gradi di fronte alla moglie.
Bello, bellissimo, poetico e pieno di rispetto e dignità.

Oggi sarò io ad inchinarmi profondamente di fronte al Giappone, a questa terra così lontana da noi eppure tanto vicina nei nostri cuori.
Cuori tristi per tanta distruzione unita a tanta dignità e forza e silenzi rispettosi e amari.
Oggi festeggerò così la mia italianità,
rendendo omaggio ad un paese che ci sta dando una grande prova di umiltà e di educazione
ma soprattutto di unità e di solidarietà.
Di questo avremo bisogno e da esseri umani così dovremo apprendere esempio e umanità.
Grazie Giappone!!



Nessun commento:

Posta un commento