domenica 8 maggio 2011

Ruvido di maniere

Sinonimi: asociale, burbero, introverso, scontroso, scostante, selvatico

In Toscana si dice di persona che come certi cani di razza ha il pelo un po' ispido e le maniere scontrose.
E non sembra voce di cattiva lega, dice il dizionario, anche se mantiene la radice in scarb - scavare, onde il senso di cosa che ha superficie ineguale, aspra.
Capita di incontrarli ogni tanto nei luoghi più impensati anche se è difficile distinguerli subito dal gregge. Enigmatici e duri non si accorgono di essere permalosi, ma credono di essere sempre dalla parte della ragione.
Molto sicuro di sé, il "ruvido di maniere" è grintoso e testardo come un vero segugio di razza, ma raramente si scusa.
A volte bisognerebbe farlo...
Perché? Perchè essere gentili fa bene. Perchè essere educati e delicati aiuta a vivere meglio. E chi non lo è anche quando le situazioni richiederebbero amabilità e cortesia, forse va allontanato. Non certamente per ripagarlo con la stessa moneta, ma per fargli capire che in rete si può essere sia online che offline molto più velocemente che nella realtà. Che indubbiamente le nostre frequentazioni offline sono più vere e più reali e che di certo non ci faremo offendere da comportamenti bizzarri e strani di un qualsiasi frequentatore del web.
Per fortuna in questi luoghi virtuali non siamo obbligati a sopportare chi non conosce eleganza e garbo e che magari si dipinge come un essere colto e fine.
Il processo comunicativo si interrompe come dicono gli esperti, così come l'interazione fra più soggetti che si scambiavano informazioni. 

Peccato perchè lo scambio di informazioni e la comunicazione, come sostengono molti critici, non è data dalla massa critica di tutta la rete bensì da quella dell'ambiente di comunicazione specifico in cui si svolge l'interazione.

Nessun commento:

Posta un commento