venerdì 21 gennaio 2011

Molto, troppo personale

Una fotografia è vera quando fissa l'assoluto  di ciò che ritrae, quell'attimo speciale, irripetibile
Io racconto il mio assoluto, come gli altri raccontano il loro
Ciò che condiziona l'autenticità dell'immagine è sicuramente l'occhio e quindi la mente di chi sta dietro l'obiettivo 
 La mia foto sarà quindi vera ma soggettiva e quindi arbitraria
Se l'assoluto è ciò che ha l'essere in sè e per sè allora la fotografia non crea niente, si limita ad interpretare, a cogliere quell'istante in maniera privata e personale.
Mi piacerebbe riuscire a raccontare delle piccole storie...è vero, troppe foto, troppo costruite, troppo artificiose. Bisogna essere più concentrati e sintetici, sentire e seguire il nostro sentire.
E' così che forse saremo nel posto giusto al momento giusto !



Nessun commento:

Posta un commento